MEDICINA DI GENERE: UN NUOVO APPROCCIO ALLA SALUTE

Crediti: 
1
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE (MED/11)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Anno di corso: 
1
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Approfondire le differenze fra uomini e donne (differenze di sesso, inteso come differenza biologica) e di genere (inteso come differenze socio-culturali) e comprenderne l’influenza sullo stato di salute o di malattia in particolare nelle malattie cardiovascolari. Conoscere i fattori biologici che sono alla base della differente suscettibilità alla malattia di uomini e donne. Descrivere come le stesse malattie si manifestino in modo diverso negli uomini e nelle donne, con ripercussioni nell’iter di prevenzione, diagnosi e trattamento. Il genere si rileva particolarmente importante nello studio dei determinanti di salute (stile di vita, consumo di alcol, fumo, attività fisica, alimentazione, peso corporeo) legate anche al contesto socio-economico e ambientale che ha subito profondi cambiamenti negli ultimi decenni. Il fine ultimo è quello della MEDICINA PERSONALIZZATA

Prerequisiti

aver sostenuto l'esame di Fisiologia e Semeiotica

Contenuti dell'insegnamento

Influenza del genere e del sesso nei diversi contesti cardiovascolari:
1)Fisiologia cardiovascolare
2) invecchiamento cardiovascolare
3) la cardiopatia ischemica cronica
4) le Sindromi coronariche acute
5) lo scompenso cardiaco

Programma esteso

Il cuore nelle diverse età della vita nel sesso femminile e maschile
Differenze nella manifestazioni clinica, nella fisiopatologia, nel trattamento delle principali malattie cardiovascolari
quali la cardiopatia ischemica cronica, le Sindromi coronariche acute e lo scompenso cardiaco nell'uomo e nella donna

Bibliografia

Appunti forniti dal docente, video delle lezioni

Metodi didattici

Lezione orale

Modalità verifica apprendimento

le lezioni sono interattive
l' idoneità si consegue con la frequenza e discussione con i Docenti