PATOLOGIA GENERALE E STORIA DELLA MEDICINA

Crediti: 
11
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
3
Lingua di insegnamento: 

Italiano

L'insegnamento è suddiviso nei seguenti moduli didattici: 

Obiettivi formativi

Al termine del Corso lo studente dovrà conoscere e comprendere, ai vari livelli di complessità (molecole, cellule, tessuti, organismo), i fattori ezio-patogenetici alla base delle alterazioni strutturali e funzionali riscontrate nei processi patologici, nonché i meccanismi di risposta al danno ed i relativi disordini.
Lo studente dovrà essere altresì in grado di applicare le conoscenze derivate dal Corso, integrate con quelle derivanti dai Corsi precedenti, alla comprensione della fisiopatologia di comuni patologie della specie umana, inclusi i disordini elettrolitici e le malattie metaboliche congenite.
Inoltre lo studente dovrà acquisire la capacità di inquadrare le conoscenze mediche in una prospettiva storica.

Prerequisiti

Le propedeuticità obbligatorie sono decise dal Consiglio di Corso di Laurea.
La comprensione della materia richiede adeguate conoscenze di chimica, istologia/citologia, anatomia, biochimica, fisiologia, microbiologia, immunologia ed oncologia.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso intende fornire le basi scientifiche per la comprensione e l'individuazione delle patologie e delle misure, preventive e terapeutiche, appropriate per la tutela della salute individuale e delle popolazioni.
Gli argomenti svolti durante il Corso verteranno su:
- Patologia cellulare
- Patologia molecolare
- La risposta al danno: Infiammazione, emostasi, riparazione.
- Fisiopatologia generale.
Il Corso sarà completato dall'insegnamento di Storia della Medicina.

Programma esteso

Insegnamenti di Patologia Generale e Fisiopatologia

1) PATOLOGIA MOLECOLARE
- Malattie monogeniche ad ereditarietà m e n d e l i a n a (con esempi pertinenti):
* Malattie autosomiche dominanti
* Malattie autosomiche recessive
* Malattie X-linked
- Malattie monogeniche ad ereditarietà non mendeliana (con esempi pertinenti)
- Malattie poligeniche multifattoriali (con esempi pertinenti)
- Alterazioni cromosomiche
- La patologia dell'espressione genica: effetti fenotipici delle mutazioni.
- Esempi di alterazioni di proteine:
* Patologie da alterazione di proteine strutturali
* Patologie da alterazioni dell'emoglobina (emoglobinopatie, talassemie)
* Patologie da alterazioni di canali e trasportatori
* Patologie da alterazioni di proteine segnale e recettoriali

2) PATOLOGIA CELLULARE
- Danno cellulare reversibile ed irreversibile
- Danno da misfolding proteico: lo stress di reticolo e l'UPR
- Accumuli intracellulari: accumuli proteici, steatosi, tesaurismosi lisosomiali
- Accumuli extracellulari. L’amiloidosi
- Lo stress ossidativo e meccanismi di risposta
- Biotrasformazioni e tossicità da etanolo
- Stress ischemico-ipossico e relativi meccanismi di adattamento cellulare e tessutale
- La morte cellulare: tipi di morte accidentale, regolata, programmata
- Invecchiamento cellulare, invecchiamento dell’organismo e le sindromi progeroidi

3) La risposta tissutale al danno
- Il processo emostatico
- Malattie emorragiche
- Coagulopatie da consumo
- Trombosi: meccanismi, fattori predisponenti, evoluzione, conseguenze
- Embolia: definizione, tipi, conseguenze
- Infarti
- Le risposte difensive innate e l’innesco della risposta infiammatoria
- L'infiammazione acuta: eventi, cellule, dinamica
- L’essudato: formazione e tipi
- Mediatori (esogeni/endogeni, cellulari/plasmatici, preformati/neosintetizzati; istamina; eicosanoidi; ossido nitrico; citochine; complemento; chinine; mediatori anti-infiammatori)
- Risoluzione della infiammazione acuta
- Infiammazione cronica: infiltrato, meccanismi, cellule, evoluzione
- Lesioni infiammatorie: ascessi, ulcere, granulomi
- I segni sistemici dell’infiammazione (leucocitosi, risposta di fase acuta, lo stress infiammatorio, alterazioni metaboliche)
- La febbre
- Difetti della risposta infiammatoria
- Shock settico e SIRS
- Le m. autoinfiammatorie
- Il processo riparativo e le sue alterazioni
- La fibrosi
- L'aterosclerosi

4) FISIOPATOLOGIAGENERALE
-I disordini dell'idratazione: fisiopatologia dell'iponatriemia ed
ipernatriemia.
- I disordini di volume: fisiopatologia della ritenzione idrosalina e
patogenesi dell'edema; fisiopatologia degli stati di deplezione di volume
- Disordini dell'omeostasi del potassio: iperpotassiemie ed ipopotassiemie
- Disordini dell'equilibrio acido-base: acidosi ed alcalosi
- Disordini dell'equilibrio fosfo-calcico e del magnesio.

- Gli edemi: essudati e trasudati
- Lo shock
- Fisiopatologia della termoregolazione
- Fisiopatologia endocrina
* Ipofunzioni endocrine: difetti di segnale, difetti recettoriali, difetti post-recettoriali
*Iperfunzioni endocrine: eccessi di segnale, iperfunzioni recettoriali, iperfunzione post-recettoriali
- Fisiopatologia del metabolismo:
* alterazioni del metabolismo lipidico
* alterazioni del metabolismo delle basi azotate
* La sindrome diabetica. Tipi di diabete. Eziopatogenesi del diabete, delle sue alterazioni metaboliche e delle complicanze
* Fisiopatologia delle porfirine (porfirie, itteri)
* Fisiopatologia dell’equilibrio del ferro e del rame. Patologie da carenza ed accumulo di Fe.
* Disordini geneticamente determinati del metabolismo degli aminoacidi (le iperfenilalaninemie, i difetti del ciclo dell'urea, l'iperomocisteinemia).
* Disordini geneticamente determinati del metabolismo dei
glucidi (glicogenosi, l'intolleranza ereditaria al fruttosio, galattosemia).
* Disordini dell'ossidazione degli acidi grassi.
* Disordini dei trasportatori per nutrienti (difetti dei trasportatori del glucosio, cistinuria).
- Fisiopatologia della nutrizione.
* obesità.
* malnutrizione protido-calorica
* ipovitaminosi ed ipervitaminosi

Insegnamento di Storia della Medicina
Le origini: la medicina nella preistoria e delle civiltà pre-classiche
La medicina greca e romana
Non solo Europa: la medicina cinese e indiana
La medicina medievale: epidemie, ospedali, università
L’età moderna: la rivoluzione anatomica e la nascita della fisiologia
L’età contemporanea: l’illuminismo, nascita della medicina sperimentale, la rivoluzione molecolare
Il terzo millennio: tecnologie e prospettive

Argomenti di approfondimento:
- Evoluzione delle malattie
- La peste nera
- Virchow e la nascita della patologia sperimentale

Bibliografia

PATOLOGIA GENERALE
- Kumar, Abbas, Fausto, Aster (Eds). Robbins e Cotran – Le Basi Patologiche delle Malattie. 9 Edizione italiana, Elsevier Masson, 2015 o la più recente edizione originale (10°. 2020)

- Mainiero, Misasi, Sorice (Eds.) Patologia Generale e Fisiopatologia Generale,
2 vol. VI edizione
Piccin, 2019.

Altucci, Berton, Moncharmont, Stivala (Eds.)
Patologia e Fisiopatologia Generale, 2 vol.
Ildeson-Gnocchi, 2018

Harrison's: Principles of Internal Medicine. McGraw-Hill Ed., 19th ed, 2015

McCance, Huether, Brashers, Rote Fisiopatologia ed elementi di Patologia Generale
EDRA-Masson, 2016

STORIA DELLA MEDICINA
Cosmacini
Storia della medicina e della sanita` in Italia-Laterza, 2004.

Cosmacini
L'arte lunga. Storia della medicina dall'antichità a oggi
Laterza, 2011

Corbellini
Storia e teorie della salute e della malattia Carocci, 2014

Materiale di approfondimento su singoli argomenti sarà indicato a lezione.

Metodi didattici

Le lezioni si svolgeranno in presenza, nel rispetto degli standard di sicurezza, salvo ulteriori disposizioni dovute al perdurare dell’emergenza sanitaria. Le lezioni saranno interattive: il docente stabilirà un dialogo con gli studenti e discuterà casi pratici che possano stimolare l'apprendimento attivo.
Il materiale didattico sarà depositato sulla specifica piattaforma ad accesso riservato agli studenti (Elly) e comprenderà presentazioni iconografiche, audio-video di supporto o videoregistrazione delle lezioni.
Le slides vengono considerate parte integrante, ma NON esaustiva, del materiale didattico necessario per lo studio.

Modalità verifica apprendimento

Non saranno svolte verifiche sommative in itinere, mentre potranno essere eseguite verifiche valutative o diagnostiche.
Qualora a causa del perdurare dell'emergenza sanitaria fosse necessario effettuare con la modalità a distanza gli esami di profitto, si procederà tramite piattaforma Teams, fornendo le opportune indicazioni (guida http://selma.unipr.it/).
Gli Studenti con DSA/BSE devono preventivamente contattare Le Eli-che: supporto per studenti con disabilità, D.S.A., B.E.S. (https://sea.unipr.it/it/servizi/le-eli-che-supporto-studenti-con-disabil...)

La verifica sommativa finale sarà effettuata tramite esame orale, integrato da una presentazione, preferibilmente in lingua inglese, riguardante la storia della medicina, da presentare almeno 10 giorni prima dell'esame orale, che sarà discussa e valutata durante l'esame orale sugli altri moduli.
La mancata presentazione o una presentazione ritenuta insufficiente non consentirà il superamento dell'esame.
Per quanto riguarda i moduli di Patologia e Fisiopatologia, l'esame orale consisterà in due domande, rivolte da due docenti diversi, su argomenti elencati nel programma esteso. Le domande consisteranno nell'enunciare uno degli argomenti presenti nel programma esteso o descrivere una situazione esemplificativa di un processo patologico compreso nel programma esteso.
Lo studente illustrerà il concetto richiesto o individuerà il processo patologico coinvolto nella situazione descritta e su questo si svilupperà un dialogo con il docente.
La impossibilità a rispondere ad una domanda (o la accertata incapacità di fornire la definizione corretta ed esempi pertinenti del processo patologico oggetto della domanda) comporterà il non superamento dell’esame.
L'esame non sarà altresì superato se durante il dialogo con il docente lo studente evidenzierà lacune tali da precludere con evidenza la possibilità di comprendere il processo patologico oggetto della domanda.
Al termine della risposta ogni docente formulerà un giudizio espresso in fasce:
A. Ottima conoscenza e comprensione dell’argomento. Elevata capacità di applicazione delle conoscenze alla comprensione della fisiopatologia di patologie umane. Voto in trentesimi: 30.
B. Buona conoscenza e comprensione dell’argomento con alcune imprecisioni non gravi. Buona capacità di applicazione delle conoscenze alla comprensione della fisiopatologia di patologie umane. Voto in trentesimi: 27-29.
C. Discreta conoscenza e comprensione dell’argomento pur con alcune lacune. Dimostrata capacità di applicazione delle conoscenze alla fisiopatologia di patologie umane. Voto in trentesimi: 24-26.
D. Conoscenza e comprensione dell’argomento pienamente sufficienti anche se sono presenti evidenti lacune. Discreta capacità di applicazione delle conoscenze alla fisiopatologia di patologie umane. Voto in trentesimi: 21-23.
E. Conoscenza e comprensione dell’argomento appena sufficiente con evidenti e gravi lacune. Scarsa capacità di applicazione delle conoscenze alla fisiopatologia di patologie umane. Voto in trentesimi: 18-20.
Il voto finale, che terrà conto della valutazione della presentazione di Storia della Medicina, sarà deciso di comune accordo dai docenti, con la possibilità di discostarsi di un massimo di tre punti dagli estremi della forchetta derivante dalla media delle valutazioni singole.
La lode sarà decisa di comune accordo dai docenti interessati per studenti che abbiano conseguito 30/30 nelle 3 domande, per la dimostrazione di autonomia di giudizio, elevate capacità comunicative e capacità di approfondimenti autonomi.