MALATTIE DELL'APPARATO VISIVO (B)

Docenti: 
Crediti: 
2
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
MALATTIE APPARATO VISIVO (MED/30)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
4
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

Il corso si propone di formare lo studente sulla fisiopatologia e sulla clinica delle malattie dell'apparato visivo. Concordemente con gli obiettivi dell'intero Corso Integrato di Malattie Testa-Collo, attraverso un percorso formativo articolato in (a) didattica frontale, (b) didattica interattivo-pratica e (c) didattica monografica, quest’ultima articolata in moduli elettivi tra i quali lo studente potrà, a suo piacimento, scegliere gli argomenti specialistici di maggior interesse,

1 descrittore di Dublino: conoscenze e capacità di comprensione
conoscere l'anatomia, la fisiopatologia e la clinica dell'apparato visivo e degli anessi oculari

2 descrittore di Dublino: conoscenze e capacità di comprensione applicate
Le conoscenze fisiopatologiche dell'apparato visivo vanno applicate alla gestione delle problematiche cliniche coinvolgenti l'occhio e gli annessi oculari, nonchè alle modalità di trattamento chirurgico, delle medesime.

3 descrittore di Dublino: autonomia di giudizio
Al termine del corso, lo studente dovrà essere in grado di elaborare un, pur se elementare, piano diagnostico-terapeutico razionale in simulazione di situazioni cliniche coinvolgenti l'apparato visivo e gli annessi oculari, nonchè di comunicarlo al paziente.

4 descrittore di Dublino: abilità comunicative
lo studente dovrà esprimersi con un corretto linguaggio tecnico

5 descrittore di Dublino: capacità di apprendere
lo studente dovrà essere in grado di (a) comprendere le modalità di esecuzione dei principali esami diagnostici del distretto, (b) eseguire manovre di semeiologia oculistica elemntare e (c) prendere coscienza delle probematiche dei principali interventi chirurgici oculistici

Prerequisiti

Avere sostenuto tutti gli esami relativi ai Corsi preclinici.

Contenuti dell'insegnamento

MALATTIE DELL’APPARATO VISIVO (SSD MED/30, CFU 3)
1. Difetti refrattivi dell’occhio e principi per la loro correzione.
2. Metodiche di indagine strumentale utilizzate in oculistica (campo visivo, ERG, PEV, fluorangiografia, ecografia, Tomografia a coerenza ottica OCT, topografia corneale): modalità d’uso e appropriatezza nell’indicazione.
3. Malattie dell’orbita, delle palpebre e delle vie lacrimali, con particolare riferimento alla patologia oncologica.
Le celluliti orbitarie. L'esoftalmo e l'oftalmopatia tiroidea.
4. Le malattie infiammatorie del segmento anteriore dell’occhio (congiuntiviti, blefariti, cheratiti, iriti). Concetti generali sull’approccio diagnostico e terapeutico, e diagnosi differenziale con patologie neoplastiche della superficie oculare e del segmento anteriore.
5. Il glaucoma: principali tipi (da chiusura d’angolo, cronico ad angolo aperto, congenito). Principali caratteristiche cliniche, criteri generali di diagnosi e di terapia.
6. Le cataratte (nell’adulto e nel bambino). Nozioni sulla prevalenza e sulle principali teorie patogenetiche. Caratteristiche fondamentali della terapia chirurgica.
7. Le malattie vascolari retiniche . Rapporti con la patologia sistemica. Criteri generali di valutazione, principali forme cliniche, approccio terapeutico.
8. Patologie della vitreo-retina: il distacco retinico(regmatogeno e trazionale), la proliferazione vitreo retinica (primaria e secondaria), la retinopatia del prematuro.
9. La degenerazione maculare senile: diagnosi differenziale con le altre forme di patologie essudative maculari, e principi di terapia.
10. I tumori del bulbo oculare: melanoma dell’uvea e retinoblastoma. Fondamenti di patogenesi, diagnosi e terapia.
11. Le principali patologie di interesse neuro-oftalmologico: neuriti ottiche, edema papillare, anisocoria e compressione delle vie ottiche, con diagnostica differenziale perimetrica. Criteri generali di diagnosi ed approccio terapeutico.
12. Le uveiti, con particolare riferimento a patologie sistemiche correlate: diagnosi differenziale e approccio terapeutico.
13. Lo strabismo concomitante (lo strabismo infantile) e l’ambliopia funzionale.
14. Lo strabismo paralitico e la paralisi di sguardo: criteri generali sulle patologie più frequentemente responsabili, sulla sintomatologia, sul trattamento.
15. La traumatologia oculare: approccio diagnostico e gestione delle complicanze immediate, a breve e lungo termine.
16. Il “malato d’occhi”: peculiarità dell’approccio clinico e delle modalità di comunicazione

Bibliografia

Azzolini, Carta, Gandolfi, Marchini, Menchini, Simonelli, Traverso: "Clinica dell' apparato visivo" Ed. Edra - Masson , Edizione: II 9/2014
C. Sborgia – N. Delle Noci, Malattie dell’Apparato Visivo, Ed. Piccin
J.J. Kanski, Oftalmologia clinica, Ed. Elsevier
L. Bonomi, Argomenti di Oftalmologia, Protei Editori
M. Miglior – B. Bagolini – B. Boles Carenino – N. Orzatesi – L. Scullica M. Zingirian, Oftalmologia Clinica, Ed. Monduzzi

Metodi didattici

Lezione orale. Le lezioni seguiranno una propedeutica coerente con le altre discipline del Corso Integrato.
Csusa l'emergenza sanitaria il corso sarà svolto tramite lezioni frontali sia in presenza (in aula) che in telepresenza (in sincrono-streaming) mediante il supporto della piattaforma Teams. In tal modo verrà preservata la possibilità di interagire in tempo reale con il Docente sia in presenza che a distanza.
Le lezioni si svolgeranno con ausilio di materiale iconografico raccolto in presentazioni che saranno messe a disposizione degli studenti sulla piattaforma Elly (https://elly2020.medicina.unipr.it).

Modalità verifica apprendimento

Durante l'esame orale, allo studente verrà richiesto di elaborare un, pur se elementare, piano diagnostico-terapeutico in simulazione di situazioni cliniche coinvolgenti l'apparato visivo e gli annessi oculari, nonchè di comunicarlo al paziente. Qulaora la preparazione non sia ritenuta sufficiente, l'intero esame "Malattie Testa-Collo" verrà concluso con la non approvazione del medesimmo. Qualora a causa del perdurare dell'emergenza sanitaria fosse necessario adottare la modalità a distanza per gli esami di profitto, si procederà come segue:
interrogazioni orali a distanza, mediante la piattaforma Teams (guida http://selma.unipr.it/).
Gli Studenti con DSA/BSE devono preventivamente contattare Le Eli-che: supporto per studenti con disabilità, D.S.A., B.E.S. (https://sea.unipr.it/it/servizi/le-eli-che-supporto-studenti-con-disabil...)