TIROCINIO DI MICROBIOLOGIA CLINICA

Docenti: 
Crediti: 
1
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICA (MED/07)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
5
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

MICROBIOLOGIA CLINICA
Principi e metodi per la diagnosi di laboratorio delle malattie da infezione
Eziologia, cenni di patogenesi, campioni clinici, procedimenti diagnostici di
laboratorio, interpretazione dei risultati delle indagini microbiologiche e virologiche
relativamente alle malattie da infezione.
La determinazione della sensibilità/resistenza degli agenti patogeni ai
chemioantibiotici
PATOLOGIA CLINICA
Conoscere le principali analisi di laboratorio
Comprendere il ruolo e l'importanza della medicina di laboratorio ai fini di una
corretta diagnosi; valutare i costi/benefici
BIOCHIMICA CLINICA
Applicare correttamente le metodologie atte a rilevare i reperti funzionali e di
laboratorio, interpretandoli criticamente anche sotto il profilo fisiopatologico, ai fini della diagnosi e della prognosi. Lo studente deve essere in grado di indicare per i casi clinici di differente tipologia, portati alla sua
osservazione, le indagini di laboratorio più appropriate, valutarne criticamente il
significato diagnostico e suggerire gli approfondimenti di laboratorio più efficaci.

Contenuti dell'insegnamento

Principi e metodi per la diagnosi di laboratorio delle malattie da infezione:

- Dimostrazione dell' agente patogeno e di suoi costituenti nel materiale patologico
- Dimostrazione di una risposta immunitaria specifica recente
- La richiesta di indagini microbiologiche e virologiche
- Il prelievo, il trasporto e la conservazione dei campioni clinici per gli esami microbiologici e virologici.

Eziologia, cenni di patogenesi, campioni clinici, procedimenti diagnostici di laboratorio, interpretazione dei risultati delle indagini microbiologiche e virologiche relativamente a:

- Infezioni dell' apparato respiratorio
- Infezioni dell'apparato intestinale e delle ghiandole
- Infezioni sistemiche
- Infezioni dell'apparato cardiovascolare
- Infezioni del sistema nervoso centrale
- Infezioni dell'apparato genito-urinario ed infezioni sessualmente trasmesse
- Infezioni della cute e degli annessi cutanei
- Infezioni dell'apparato muscolo-scheletrico
- Infezioni dell'occhio e dell'orecchio
- Infezioni prenatali, connatali e perinatali.

Le infezioni nosocomiali

La determinazione della sensibilità/resistenza degli agenti patogeni ai chemioantibiotici:

- Metodi
- Interpretazione dei risultati
- Il dosaggio dei chemioantibiotici nei tessuti e nei liquidi biologici.
PATOLOGIA CLINICA
- Esami di laboratorio: definizione, tipologia e modalità di richiesta
- Applicazione corretta delle tecniche per il prelievo e la raccolta dei materiali
- Interpretazione delle alterazioni del profilo ematologico
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini ematologiche nell’indirizzo
diagnostico delle coagulopatie e monitoraggio delle terapie anticoagulanti
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini ematologiche nell’indirizzo
diagnostico delle anemie
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini diagnostiche delle malattie
endocrine e del metabolismo
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini diagnostiche delle patologie
tumorali
- Conoscere e valutare le possibilità diagnostiche delle citogenetica o della genetica
molecolare applicate all’oncologia, alla genetica costituzionale ed alla diagnosi
prenatale delle malattie

Programma esteso

MICROBIOLOGIA CLINICA
Principi e metodi per la diagnosi di laboratorio delle malattie da infezione:
- Dimostrazione dell' agente patogeno e di suoi costituenti nel materiale patologico
- Dimostrazione di una risposta immunitaria specifica recente
- La richiesta di indagini microbiologiche e virologiche
- Il prelievo, il trasporto e la conservazione dei campioni clinici per gli esami microbiologici e virologici.
Eziologia, cenni di patogenesi, campioni clinici, procedimenti diagnostici di laboratorio, interpretazione dei risultati delle indagini microbiologiche e virologiche relativamente a:
- Infezioni dell' apparato respiratorio
- Infezioni dell'apparato intestinale e delle ghiandole
- Infezioni sistemiche
- Infezioni dell'apparato cardiovascolare
- Infezioni del sistema nervoso centrale
- Infezioni dell'apparato genito-urinario ed infezioni sessualmente trasmesse
- Infezioni della cute e degli annessi cutanei
- Infezioni dell'apparato muscolo-scheletrico
- Infezioni dell'occhio e dell'orecchio
- Infezioni prenatali, connatali e perinatali.
Le infezioni nosocomiali
La determinazione della sensibilità/resistenza degli agenti patogeni ai chemioantibiotici:
- Metodi
- Interpretazione dei risultati
- Il dosaggio dei chemioantibiotici nei tessuti e nei liquidi biologici.
BIOCHIMICA CLINICA
- Iniziare ad applicare gli strumenti logici nel ragionamento clinico e indirizzare le scelte degli strumenti diagnostici secondo i criteri decisionali di efficienza ed efficacia che tengono conto dei rapporti tra benefici, rischi e costi.
- Variabilità preanalitica, analitica e postanalitica. Condizioni che possono alterare i risultati delle analisi di laboratorio; differenti possibilità di prelievo.
- Applicazione corretta delle tecniche per il prelievo e lo raccolta dei materiali.
- Il concetto di normalità in biologia e le funzioni di rischio (valori normali su base statistica, valori normali su base biologica, valori desiderabili e funzioni di rischio, valori decisionali utilizzabili a fine diagnostico o terapeutico).
- Principi generali delle più diffuse tecniche in uso presso i laboratori clinici.
Controllo di qualità.
- Valutare criticamente un referto (intervalli di riferimento, sensibilità e specificità di un test, valore predittivo, differenza critica). Ricordare i valori di riferimento delle analisi della comune routine.
-. Indagini per il controllo della gravidanza.
- Interpretazione dell' esame completo delle urine in chiave di utilizzo diagnostico.- Interpretazione delle misure enzimatiche ed isoenzimatiche, e di altri indicatori, come mezzo diagnostico in patologie specifiche e d'organo.
- Alterazioni biochimico-cliniche nel metabolismo glucidico.
- Alterazioni biochimico-cliniche negli stadi di dislipidemia.
- Alterazioni biochimico-cliniche nel metabolismo purinico.
- Alterazioni biochimico-cliniche nel bilancio idro-elettrolitico.
- Alterazioni biochimico-cliniche nel metabolismo fosfocalcio e le patologie collegate.
- Interpretazione delle variazioni dei parametri dell' equilibrio acido-base in rapporto alla loro patogenesi.
- Orientarsi sulla scelta e sul significato dei principali test diagnostici nelle più comuni patologie endocrine.
- Interpretazione delle alterazioni delle sieroglobuline come indizio diagnostico delle patologie ad esse collegate.
PATOLOGIA CLINICA
- Esami di laboratorio: definizione, tipologia e modalità di richiesta
- Applicazione corretta delle tecniche per il prelievo e la raccolta dei materiali
- Interpretazione delle alterazioni del profilo ematologico
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini ematologiche nell’indirizzo diagnostico delle coagulopatie e monitoraggio delle terapie anticoagulanti
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini ematologiche nell’indirizzo diagnostico delle anemie
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini diagnostiche delle malattie endocrine e del metabolismo
- Interpretazione dei risultati delle principali indagini diagnostiche delle patologie tumorali
- Conoscere e valutare le possibilità diagnostiche delle citogenetica o della genetica molecolare applicate all’oncologia, alla genetica costituzionale ed alla diagnosi prenatale delle malattie

Bibliografia

M.Bendinelli, A. Calderaro, C. Chezzi, G. Dettori, N. Manca, G. Morace, L. Polonelli, M.A. Tufano - - Monduzzi Editore - 2006-2012 - Microbiologia Medica: Batteriologia, Micologia, Parassitologia, Virologia. Gli agenti infettivi dell'uomo: biologia, azione patogena, laboratorio.

Metodi didattici

Lezioni frontali ie tirocinio pratico in Le lezioni si svolgeranno in presenza, nel rispetto degli standard di sicurezza, salvo ulteriori disposizioni dovute all’eventuale perdurare dell’emergenza sanitaria. Il materiale didattico sarà depositato sulla specifica piattaforma ad accesso riservato agli studenti (Elly) e comprenderà presentazioni iconografiche, audio-video di supporto o videoregistrazione delle lezioni.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale